TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DEI SERVIZI PER I FINANZIATORI

Le presenti condizioni stabiliscono le regole di utilizzo della piattaforma di crowdfunding www.trusters.it gestita da Trusters S.r.l. con sede legale in Milano, via Adelaide Bono Cairoli n. 22, codice fiscale e partita IVA n. 10128020962 in conformità alla disciplina comunitaria, tra cui, in particolare, le disposizioni di cui al Regolamento (UE) 1503/2020, e alla disciplina nazionale, tra cui in particolare, il Decreto Legislativo n. 58/1998 e s.m.i. (di seguito, anche il “TUF”), nonché il Regolamento Consob n. 22720 del 1° giugno 2023 e s.m.i..

I. DEFINIZIONI

Ai fini delle presenti condizioni si applicano le seguenti definizioni:
  • (i) Conto di Pagamento o Wallet: il conto di pagamento che l’Investitore è tenuto ad aprire presso Lemonway, previe le opportune verifiche di quest’ultimo anche in materia di antiriciclaggio, per poter effettuare i finanziamenti in favore dei Titolari di Progetto e per poter ricevere i rimborsi/rendimenti connessi ai progetti finanziati;
  • (ii) Fornitore: Trusters S.r.l., con sede legale in Milano, Via Adelaide Bono Cairoli n. 22, C.F./P.IVA n. 10128020962;
  • (iii) KIIS: scheda contenente le informazioni chiave sull’investimento in conformità a quanto previsto dal Regolamento;
  • (iv) Investitore: la persona fisica o giuridica che sottoscrive contratti di finanziamento tramite la Piattaforma;
  • (v) Lemonway: Lemonway SA, siret number 500486915, con sede in 93100 – Montreuil (Francia), in Rue de la Beaune n. 14, registrata presso l’autorità finanziaria francese ACPR (ttp://acpr.banque-france.fr/) come istituto di pagamento con numero 16568J, dotata di “passaporto europeo”, secondo quanto stabilito dalla Delibera n. 584/2016 della Banca d’Italia.
  • (vi) Piattaforma: la piattaforma di crowdfunding www.trusters.it gestita da Trusters S.r.l.;
  • (vii) Progetto: è l’offerta riguardante la concessione di prestiti peer to peer promossa da un Titolare di progetto a una pluralità di investitori terzi, siano essi persone fisiche o persone giuridiche;
  • (viii) Regolamento: Regolamento UE 2020/1503 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 7 ottobre 2020, relativo ai fornitori europei di servizi di crowdfunding per le imprese;
  • (ix) Simulazione Perdite: è il test di simulazione della capacità di sostenere perdite di cui all’art. 21 del Regolamento, volto a consentire agli investitori non sofisticati di simulare la propria capacità di sopportare le perdite. La Simulazione Perdite deve essere ripetuta ogni due anni;
  • (x) Questionario di Appropriatezza: è il test previsto dall’art. 21 del Regolamento, volto a valutare il livello di conoscenza, esperienza e comprensione dell’investitore non sofisticato in relazione ai servizi di crowdfunding offerti sulla Piattaforma;
  • (xi) Titolare di progetto: la persona giuridica che persegue l’obiettivo di reperire finanziamenti proponendo un Progetto di crowdfunding tramite la Piattaforma.

II. SERVIZI DI CROWDFUNDING OFFERTI DA TRUSTERS

Trusters è iscritta nell’apposito Registro tenuto dall’ESMA ai sensi dell’art. 14 del Regolamento ed è autorizzata alla fornitura del servizio di intermediazione nella concessione di prestiti attraverso la Piattaforma. Trusters svolge tale attività in conformità della Delibera n. 584/2016 della Banca d’Italia e delle disposizioni del Regolamento UE.

Alcuni dei servizi offerti da Trusters sono effettuati in convenzione con Lemonway, rispetto al quale Trusters opera come agente di pagamento autorizzato a operare dalla Banca di Francia e iscritto al numero di registrazione 2018110904 del REGAFI.

Per poter usufruire dei servizi di Trusters e sottoscrivere contratti di finanziamento con i Titolari di Progetto che promuovono offerte tramite la Piattaforma, l’utente deve necessariamente aderire al “Contratto quadro di servizi di pagamento” con Lemonway, di cui si prega sin d’ora di prendere visione, disponibile anche sulla homepage della Piattaforma (in basso a destra).

I presenti termini e condizioni generali regolano il rapporto tra Trusters e ciascun utente della Piattaforma per l’utilizzo dei seguenti servizi:

  • utilizzo della Piattaforma Trusters, come descritto nei presenti termini e condizioni generali;
  • esecuzione dello screening previsto dalla normativa antiriciclaggio, effettuato da Lemonway;
  • supporto per l’apertura di un Conto di Pagamento presso Lemonway in caso di esito positivo dello screening di cui al punto precedente;
  • accesso ai Progetti presentati sulla Piattaforma;
  • supporto informatico per la negoziazione e stipulazione personalizzata online di contratti di finanziamento con i singoli Titolari di Progetti per gli importi negoziati dall’Investitore;
  • supporto amministrativo-informatico correlato al contratto di finanziamento concluso tra il Titolare di Progetto e l’Investitore;
  • supporto all’esecuzione online del finanziamento mediante il Conto di Pagamento Lemonway;
  • accesso a un’area personale (“Area Personale”) per il singolo utente/Investitore e utilizzazione degli strumenti informatici di rendicontazione, analisi e amministrazione dei finanziamenti effettuati dall’Investitore tramite la Piattaforma.

III. REGISTRAZIONE E UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA

Gli utenti che non sono registrati alla Piattaforma possono consultare alcune sezioni della stessa, mentre altre sezioni e i servizi di crowdfunding offerti da Trusters sono accessibili dagli utenti solo dietro registrazione.

Per registrarsi alla Piattaforma e/o usufruire dei servizi di crowdfunding offerti da Trusters, gli utenti dovranno fornire alcuni dati personali e seguire la procedura di registrazione che prevede specifici passaggi, anche con riguardo all’eventuale processo di investimento, che vengono illustrati all’utente man mano che avanza nella procedura e/o nei processi.

Al momento della registrazione verrà richiesto all’utente di scegliere uno username da utilizzare insieme alla password prescelta per accedere alla sezione riservata agli utenti registrati.
A tal proposito l’utente prende atto e accetta che:

  • Lo username verrà utilizzato dal sistema anche ove l’utente acceda alla piattaforma autenticandosi mediante uno dei social network autorizzati; in tal caso l’associazione verrà effettuata automaticamente dal sistema informatico;
  • La password è sconosciuta al personale di Trusters e l’utente è tenuto a mantenerla segreta; essa non deve essere conservata né annotata insieme allo username su un unico documento, o su documenti che siano conservati insieme. L’utilizzo di username e password di un determinato utente costituisce prova unica e sufficiente dell’avvenuta identificazione dell’utente stesso quale legittimo utilizzatore del servizio;
  • L’utente è tenuto a custodire con la massima diligenza username e password prescelte, a mantenerli segreti, e non comunicarli a terzi per qualsivoglia motivo; l’utente risponde del loro indebito uso, comunque avvenuto, anche se in conseguenza di smarrimento o di furto. L’eventuale divulgazione di username e password verrà considerata da Trusters a tutti gli effetti come costitutiva di un mandato che autorizzi il terzo ad accedere ai servizi di cui al presente contratto;
  • In caso di smarrimento o sottrazione di username e/o password, l’utente può richiedere il blocco del suo account sulla Piattaforma, fornendo prova della propria identità, inoltrandone comunicazione a mezzo pec a: trusteritalia@pec.imprese.it;
  • Trusters impiega misure tecnologiche che assicurano la gestione informatica rapida, corretta ed efficiente dei finanziamenti negoziati ed erogati dagli utenti. Nella trasmissione delle adesioni, Trusters agisce per servire al meglio gli interessi di ciascun utente, in conformità alla normativa vigente;
  • Trusters informa l’utente circa eventuali difficoltà rilevanti che potrebbero influire sul corretto perfezionamento dei contratti di finanziamento, non appena a conoscenza di tali difficoltà. In particolari situazioni, ove si presentino problemi di compliance normativa, è facoltà di Trusters sospendere l’adesione a un contratto richiesta dall’utente, dandogliene comunicazione;
  • Al fine di migliorare la qualità del servizio telematico, Trusters si riserva la facoltà di apportare modifiche e/o integrazioni alle modalità e condizioni tecniche di utilizzo dello stesso, nonché di modificarne il contenuto e di sostituirne, parzialmente o interamente, i fornitori a sua discrezione. Tali eventuali modifiche e/o integrazioni verranno comunicate da Trusters all’utente in tempo utile. L’utente prende atto che Trusters si riserva la facoltà, anche per le finalità di tutela della propria clientela, di limitare e/o escludere in via generale, anche temporaneamente, la possibilità di esecuzione di determinati finanziamenti. Tali limitazioni saranno rese note mediante modalità individuate di volta in volta da Trusters.

Nel caso in cui non completi la procedura di registrazione dopo avere fornito l'indirizzo e-mail e/o ogni altro dato richiesto a tal fine, l'utente potrà ricevere un numero limitato di comunicazioni che lo inviteranno a concludere il processo di iscrizione per poter usufruire dei servizi di crowdfunding offerti tramite la Piattaforma.

Prima di procedere con la registrazione, l’Investitore è invitato a prendere visione dell’Informativa sulla Privacy, consultabile anche nella homepage della Piattaforma (in basso a destra).

Titolare del trattamento è Trusters S.r.l. che tratterà le informazioni acquisite dall’Investitore esclusivamente per finalità indicate nella summenzionata informativa privacy.

Con riguardo ai servizi connessi all’apertura e gestione del conto di pagamento Lemonway, l’Investitore prende atto e accetta che Trusters e Lemonway agiranno in qualità di titolari autonomi del trattamento ai sensi delle leggi applicabili in materia di trattamento di dati personali incluso, senza limitazione, il Regolamento UE 679/2016 (c.d. “GDPR”) e successiva normativa nazionale di adeguamento.

L’informativa sul trattamento dei dati da parte di Lemonway è disponibile all’art. 16 delle Condizioni e termini generali Lemonway, consultabili nella homepage della Piattaforma (in basso a destra).


Per il corretto funzionamento della Piattaforma è necessario l'utilizzo dei cookie. I cookie vengono utilizzati per ricavare informazioni sui terminali, sul sistema operativo, sull'indirizzo IP, sul tipo di browser in uso e per raccogliere informazioni, in forma aggregata o puntuale. Vengono utilizzati per offrire all'utente un’esperienza di navigazione migliore, per permettere l’utilizzo di specifiche funzionalità del sito e per effettuare la profilazione degli Utenti.

Per maggiori informazioni puoi consultare la cookie policy di Trusters, disponibile anche nella homepage della Piattaforma (in basso a destra).

IV. TIPOLOGIE DI INVESTITORI

L’utente registrato che intenda usufruire dei servizi di crowdfunding offerti tramite la Piattaforma dovrà in primo luogo selezionare in quale tipologia di investitore intende qualificarsi.

Ai fini del Regolamento, infatti, sono configurabili n. 3 (tre) tipologie di investitore: professionale, sofisticato e non sofisticato.

IV.1 Investitore professionale

Un utente può qualificarsi come investitore professionale qualora rientri in una delle seguenti casistiche:

  • (i) I soggetti che sono tenuti ad essere autorizzati o regolamentati per operare nei mercati finanziari. Si intendono inclusi nell’elenco sottostante tutti i soggetti autorizzati che svolgono le attività caratteristiche dei soggetti menzionati, che si tratti di soggetti autorizzati da uno Stato membro a norma di una direttiva europea, di soggetti autorizzati o regolamentati da uno Stato membro senza riferimento ad una direttiva europea o di soggetti autorizzati o regolamentati da un paese terzo:
    • a) enti creditizi;
    • b) imprese di investimento;
    • c) altri istituti finanziari autorizzati o regolamentati;
    • d) imprese di assicurazione;
    • e) organismi di investimento collettivo e società di gestione di tali organismi;
    • f) fondi pensione e società di gestione di tali fondi;
    • g) negoziatori per conto proprio di merci e strumenti derivati su merci;
    • h) singoli membri di una borsa;
    • i) altri investitori istituzionali;
  • (ii) Le imprese di grandi dimensioni che ottemperano, a livello di singola società, ad almeno due dei seguenti criteri dimensionali:
    • totale di bilancio pari almeno a Euro 20.000.000;
    • fatturato netto pari almeno a Euro 40.000.000;
    • fondi propri pari almeno a Euro 2.000.000.
  • (iii) I governi nazionali e regionali, compresi gli enti pubblici incaricati della gestione del debito pubblico a livello nazionale o regionale, le banche centrali, le istituzioni internazionali e sovranazionali come la Banca mondiale, l’FMI, la BCE, la BEI e altre organizzazioni internazionali analoghe;
  • (iv) Altri investitori istituzionali la cui attività principale è investire in strumenti finanziari, compresi gli enti dediti alla cartolarizzazione di attivi o altre operazioni finanziarie.

IV.2 Investitore sofisticato

Un utente, sia persona fisica che persona giuridica, può qualificarsi come investitore sofisticato qualora in possesso di determinati requisiti.


In particolare, se l’utente è una persona giuridica, deve possedere almeno uno dei seguenti requisiti:

  • (i) fondi propri pari almeno a Euro 100.000;
  • (ii) fatturato netto pari almeno a Euro 2.000.000;
  • (iii) bilancio pari almeno a Euro 1.000.000.

Se invece l’utente è una persona fisica, deve possedere almeno due dei seguenti requisiti:

  • (i) avere un reddito lordo personale di almeno Euro 60.000 per anno di imposta, o un portafoglio di strumenti finanziari, inclusi i depositi in contanti e le attività finanziarie, di un valore superiore a Euro 100.000;
  • (ii) lavorare o aver lavorato nel settore finanziario per almeno un anno in una posizione professionale che richiede la conoscenza delle operazioni o dei servizi previsti, oppure detenere o aver detenuto una posizione esecutiva per almeno 12 mesi in una persona giuridica che possiede almeno uno dei seguenti criteri:
    • fondi propri pari almeno a Euro 100.000;
    • fatturato netto pari almeno a Euro 2.000.000;
    • bilancio pari almeno a Euro 1.000.000.
  • (iii) aver effettuato operazioni di dimensioni significative sui mercati dei capitali con una frequenza media di 10 operazioni al trimestre nei quattro trimestri precedenti.

IV.3 Investitore non sofisticato

Un utente, sia persona fisica che persona giuridica, deve qualificarsi come investitore non sofisticato quando non possiede né i requisiti dell’investitore professionale né i requisiti dell’investitore sofisticato.

V. Ulteriori passaggi previsti per l’investitore non sofisticato

Qualora un utente si qualifichi come investitore non sofisticato, prima di poter usufruire dei servizi di crowdfunding offerti tramite la Piattaforma, dovrà sottoporsi a due ulteriori passaggi: la Simulazione Perdite e il Questionario di Appropriatezza.

V.1 Simulazione Perdite

La Simulazione Perdite è un test previsto dall’art. 21 del Regolamento, volto a consentire agli investitori non sofisticati di simulare la propria capacità di sopportare le perdite.

In questa fase, Trusters:

  • Richiede all’investitore non sofisticato di confermare la propria consapevolezza circa il fatto che l’attinenza della Simulazione Perdite dipende dalla correttezza dei dati inseriti, nonché di assumersi la responsabilità con riguardo alla correttezza dei dati forniti;
  • Permette all’investitore non sofisticato di non effettuare la Simulazione Perdite, dietro la conferma della propria consapevolezza circa il fatto che in tal caso, se non dovesse superare il successivo Questionario di Appropriatezza, non potrà effettuare investimenti di importo pari o superiore a Euro 1.000,00.

La Simulazione Perdite simula la capacità di sostenere perdite pari al 10% del proprio patrimonio netto, calcolato secondo la seguente formula:


Patrimonio netto = (reddito annuo netto) + (totale delle attività liquide) – (impegni finanziari annui).


Il reddito annuo netto è calcolato come il reddito annuo totale percepito da un Investitore non sofisticato al netto dei costi e degli oneri connessi, nonché dei contributi sociali e delle imposte. Il reddito annuo totale è la somma di: (a) redditi da lavoro, interessi su depositi bancari o su altri strumenti di debito, (b) pagamenti di dividendi o redditi da beni immobili, dove:

  • i “redditi da lavoro” comprendono salari, indennità di disoccupazione e pagamenti della pensione percepiti dall’Investitore non sofisticato, con esclusione dei pagamenti eccezionali;
  • gli “interessi su depositi bancari o su altri strumenti di debito” comprendono pagamenti su depositi bancari o su altri strumenti di debito percepiti dall’Investitore non sofisticato durante l’anno civile precedente, con esclusione dei pagamenti eccezionali;
  • i “pagamenti di dividendi” includono i pagamenti ricevuti dal potenziale Investitore non sofisticato in virtù della detenzione di azioni o quote di un organismo d’investimento collettivo o di altri strumenti di capitale, con esclusione di eventuali plusvalenze realizzate mediante la vendita totale o parziale di tale partecipazione;
  • il “reddito da beni immobili” comprende qualsiasi pagamento ricevuto in relazione alla locazione di beni immobili, ad esclusione di eventuali plusvalenze realizzate mediante la vendita totale o parziale di tali beni immobili.

Il totale delle attività liquide è calcolato come la somma del denaro contante totale detenuto da un Investitore non sofisticato sui conti di deposito e sui conti correnti, nonché il valore delle attività che possono essere facilmente e velocemente convertite in denaro contante, che comprendono:

  • prodotti di risparmio che possono essere convertiti in denaro contante entro un massimo di 30 giorni di calendario;
  • strumenti finanziari negoziati su un mercato regolamentato ai sensi dell’articolo 4, paragrafo 1, punto 21), della direttiva 2014/65/UE del Parlamento europeo e del Consiglio (4);
  • azioni e quote di organismi d’investimento collettivo con possibilità di esercitare il diritto di rimborso almeno su base settimanale.

Gli impegni finanziari annui comprendono tutte le spese per le quali l’Investitore non sofisticato ha assunto un impegno rispetto a un determinato anno civile, e comprendono:

  • Pagamenti degli alimenti e del sostegno ai figli;
  • Pagamenti di affitti e mutui;
  • Rimborsi di prestiti;
  • Pagamenti di premi assicurativi;
  • Pagamenti per i servizi di pubblica utilità, compresi i pagamenti effettuati per coprire le spese di elettricità, riscaldamento e acqua;
  • Pagamenti per abbonamenti a servizi;
  • Imposte sul reddito e sulla proprietà.

Il totale delle attività liquide e degli impegni finanziari sono calcolati al 31 dicembre dell’anno precedente. Nel caso in cui una valutazione a tale data non rispecchi in modo accurato la situazione, la valutazione è effettuata in una data più recente. Una data più recente può essere qualsiasi data compresa tra il 31 dicembre dell’anno civile che precede quello in cui è effettuata la simulazione e la data di effettuazione della simulazione. L’investitore non sofisticato, nel determinare tale data, valuta se la sua assunzione come data di riferimento consenta una valutazione accurata del reddito annuo netto.

V.2 Questionario di Appropriatezza

Oltre al passaggio relativo alla Simulazione Perdite, un investitore non sofisticato può avere accesso alle offerte di prestiti pubblicate tramite la Piattaforma soltanto se prima effettua il Questionario di Appropriatezza.

Una volta completato il Questionario di Appropriatezza, il risultato dello stesso viene reso noto all’investitore non sofisticato: in particolare, in base al risultato ottenuto, l’investitore non sofisticato può ottenere un profilo “base” (non appropriato) oppure un profilo “alto” (appropriato).


Nel caso in cui l’investitore non sofisticato ottenga un profilo “base”, prima di sottoscrivere offerte di prestiti, Trusters lo avvertirà espressamente circa il fatto che i servizi offerti tramite la Piattaforma risultano non appropriati per il livello di esperienza e conoscenza dimostrato, nonché circa il fatto che:

  • se non ha effettuato la Simulazione Perdite, non potrà investire somme pari o superiori a Euro 1.000,00;
  • se ha effettuato la Simulazione Perdite, non potrà investire somme pari o superiori al 5% del proprio patrimonio netto dichiarato.

In aggiunta, all’investitore non sofisticato che ottenga un profilo “base” verrà inoltre segnalato espressamente che:

  • un investimento in un progetto di crowdfunding comporta il rischio di perdita della totalità del denaro investito;
  • ha la possibilità di esercitare il diritto di recesso entro n. 4 (quattro) giorni dalla data dell'ordine di investimento, scrivendo a: recesso@trusters.it

All’investitore non sofisticato che ottenga un profilo “alto”, invece, prima di sottoscrivere offerte relative alla concessione di prestiti, verrà segnalato espressamente che:

  • un investimento in un progetto di crowdfunding comporta il rischio di perdita della totalità del denaro investito;
  • ha la possibilità di esercitare il diritto di recesso entro n. 4 (quattro) giorni dalla data dell'ordine di investimento, scrivendo a: recesso@trusters.it

Sia che ottenga un profilo “base” sia che ottenga un profilo “alto”, l’investitore non sofisticato dovrà inoltre confermare espressamente di essere in grado di sostenere l’eventuale perdita dell’intero capitale investito.

VI. PRINCIPALI RISCHI E CARATTERISTICHE DEGLI INVESTIMENTI TRAMITE LA PIATTAFORMA

Attraverso la Piattaforma, Trusters offre servizi di intermediazione nella concessione di prestiti: questi ultimi sono regolati da apposite condizioni contrattuali sottoscritte di volta in volta dal Titolare di Progetto e dal singolo Investitore. Trusters non è parte del contratto di finanziamento sottoscritto tra Titolare di Progetto e Investitore.

Fermo restando che per ciascun Progetto, sulla Piattaforma viene resa disponibile agli utenti una scheda KIIS contenente, tra l’altro, una descrizione dei rischi specifici connessi a un determinato Progetto e a un determinato Titolare di Progetto, di seguito vengono riportati i principali e più comuni rischi connessi agli investimenti in strumenti ammessi ai fini di crowdfunding che possono essere sottoscritti tramite la Piattaforma:

  • Rischio di perdita del capitale investito, ovvero il rischio per l’investitore di perdere integralmente (o parzialmente) il capitale investito qualora il Progetto in cui investe non dovesse realizzare i rendimenti previsti in termini di restituzione agli Investitori del capitale e/o degli interessi di cui allo specifico contratto di finanziamento sottoscritto;
  • Rischio di rendimenti inferiori o ritardati, ovvero il rischio che il rendimento derivante dall'investimento sia inferiore, oppure giunga in un periodo di tempo maggiore, rispetto a quanto previsto al momento dell’investimento stesso in base alle proiezioni e al piano di rimborso forniti dal Titolare di Progetto;
  • Rischio di illiquidità, ovvero il rischio connesso alla elevata difficoltà e/o impossibilità per l’Investitore di cedere il contratto di finanziamento e/o in ogni caso di trasformare in denaro contante i propri diritti alla restituzione di capitale e interessi di cui al contratto di finanziamento sottoscritto tramite la Piattaforma;
  • Rischio di stima nelle assunzioni del Titolare di Progetti, ovvero il rischio che le indicazioni relative alla redditività di un singolo Progetto e i dati riguardanti il piano di rimborso del finanziamento non si realizzino, o si realizzino in modi e tempi differenti, in quanto tali indicazioni sono il risultato di stime e proiezioni effettuate dal Titolare di Progetto che potrebbero subire fluttuazioni a causa di una serie indeterminata e imprevedibile di fattori.

VII. MODALITÀ DI CONCLUSIONE DEI CONTRATTI

Con il supporto di Trusters, Lemonway apre per ogni Investitore che abbia superato con esito positivo “l’adeguata verifica della clientela” un Conto di Pagamento, disciplinato dall’articolo 114-duodecies del TUB (Testo Unico Bancario - D.Lgs. 385/1993), sul quale vengono registrate tutte le operazioni in entrata e in uscita. Il Conto di Pagamento costituisce patrimonio distinto a tutti gli effetti da quello di Lemonway ed è esclusivamente finalizzato all’esecuzione delle operazioni di pagamento richieste dal titolare del conto stesso.

Il contratto di finanziamento tra Investitore e Titolare di Progetto viene concluso per iscritto, tramite corrispondenza telematica; detta forma costituisce forma convenzionale per la validità del contratto di finanziamento ai sensi e per gli effetti dell’art. 1352 cod. civ. All’atto del ricevimento dell’adesione, Trusters rilascia all’Investitore una conferma telematica (via e-mail) contenente il nome dell’Investitore stesso, l’ora e la data di ricevimento, nonché gli elementi essenziali del contratto stipulato oppure il rinvio all’”Area Personale” dell’Investitore sulla Piattaforma, nella quale il contratto viene archiviato.

Ogni contratto di finanziamento concluso può essere identificato univocamente da Trusters mediante l’attribuzione di un codice. Tutti i contratti di finanziamento vengono registrati da Trusters su supporto informatico e opportunamente archiviati; in proposito fanno piena prova le registrazioni di Trusters; decorso un tempo tecnico, l’Investitore troverà copia del contratto di finanziamento sottoscritto nella propria Area Personale.

L’Investitore prende atto che la stipulazione telematica dei contratti di finanziamento comporta l’obbligo di immediato versamento della somma che si intende investire, a pena di inefficacia. Fermo restando quanto inderogabilmente previsto dalla normativa vigente, è fatto divieto all’Investitore di consegnare denaro contante.

VIII. CORRISPETTIVO DOVUTO A TRUSTERS DALL’INVESTITORE

Per le attività svolte da Trusters ai sensi delle presenti condizioni, nessun compenso è dovuto dall’Investitore: per tali attività Trusters è infatti remunerata dai Titolari di Progetto.

IX. SOTTOSCRIZIONE E ADESIONE A UN’OFFERTA DI FINANZIAMENTO

Al fine di procedere alla sottoscrizione di finanziamenti oggetto di un’offerta tramite la Piattaforma, l’Investitore deve aderire alle presenti condizioni, nonché sottoscrivere il contratto di finanziamento relativo a ciascun Progetto cui è interessato: il contratto di finanziamento, che intercorre tra l’Investitore e il Titolare di Progetto, si compone a sua volta di “Condizioni generali di finanziamento” e “Condizioni particolari di finanziamento”.

L’Investitore interessato a effettuare un investimento in un Progetto di finanziamento offerto tramite la Piattaforma deve seguire l’apposita procedura sulla Piattaforma stessa e inserire l’importo che intende finanziare per il Progetto di suo interesse: una volta immesso l’ordine, il relativo importo verrà addebitato sul Conto di Pagamento dell’Investitore.

Laddove alla scadenza stabilita il Progetto non dovesse raggiungere l’obiettivo minimo di raccolta indicato nell’offerta, l’Investitore rientrerà subito nella piena disponibilità della intera somma che intendeva finanziare, mediante accredito sul proprio Conto di Pagamento, senza sopportare alcun costo od onere.

X. DIRITTO DI RECESSO E DI REVOCA

L’art. 22, paragrafo 3, del Regolamento prevede un periodo di riflessione precontrattuale, per i soli investitori non sofisticati, esercitabile entro n. 4 (quattro) giorni dalla data dell’ordine di investimento. Trusters permette a tutti gli investitori, a prescindere dalla loro qualifica (professionale, sofisticato o non sofisticato), di esercitare tale diritto di recesso entro n. 4 (quattro) giorni dalla data dell’ordine di investimento. Tale diritto è esercitabile scrivendo a: recesso@trusters.it


Come previsto dall’art. 23, paragrafo 12, del Regolamento, nel caso in cui Trusters individui omissioni, errori o imprecisioni nella scheda KIIS di un determinato Progetto che potrebbero avere ripercussioni significative sul rendimento atteso dell’investimento, ne informa immediatamente l’Investitore che abbia aderito all’offerta riguardante tale Progetto, dandogli la possibilità di revocare il proprio investimento secondo le modalità che vengono comunicate da Trusters nella medesima informativa.


In caso di esercizio del diritto di recesso o del diritto di revoca, le somme eventualmente corrisposte dall’Investitore per la sottoscrizione di contratti di finanziamento con riguardo a una determinata offerta, saranno rimesse senza spese nella piena disponibilità dell’Investitore entro i successivi 2-4 giorni lavorativi. Alla restituzione di tali somme si procederà, nei termini appena indicati, anche nel caso in cui Trusters disponga la revoca di una determinata offerta sulla Piattaforma in ipotesi di violazioni o inadempimenti posti in essere dal Titolare di Progetto.

XII. CONCLUSIONE DELL’OFFERTA SULLA PIATTAFORMA

Al termine del periodo di offerta, in assenza di recesso o revoca, gli ordini correttamente eseguiti si intendono definitivamente perfezionati: Trusters verificherà dunque il buon esito dell’offerta e ne darà comunicazione agli investitori interessati attraverso la Piattaforma.

In qualsiasi ipotesi in cui un’offerta di crowdfunding non si concluda correttamente (ad esempio, per mancato raggiungimento dell’obiettivo minimo di raccolta) le somme versate dagli Investitori saranno agli stessi restituite sul Conto di Pagamento.

Ove pervengano più adesioni a un Progetto e non possano essere tutte soddisfatte in quanto eccedenti l’obiettivo massimo di raccolta, sarà data priorità alle adesioni per le quali la provvista pervenga per prima.

XIII. ATTIVITÀ SVOLTE DA TRUSTERS IN PENDENZA DI UN’OFFERTA

Trusters rende disponibili ai potenziali investitori in maniera dettagliata, corretta, chiara, non fuorviante e senza omissioni, tutte le informazioni riguardanti un’offerta che sono fornite dal Titolare di Progetto affinché gli stessi possano ragionevolmente e compiutamente comprendere la natura dell’investimento, i dettagli, i termini e le condizioni del finanziamento oggetto di una determinata offerta, i rischi e i costi a essi connessi, e prendere le decisioni in materia di investimenti in modo consapevole.

Trusters, laddove riscontri l’inosservanza, da parte di Titolari di Progetto, delle regole di funzionamento della Piattaforma (specie con riguardo agli obblighi connessi alla trasmissione e pubblicazione di informazioni corrette e complete), potrà revocare o sospendere l’offerta di tali Titolari di Progetto: in caso di revoca dell’offerta le somme già versate dagli investitori saranno agli stessi restituite.

XIV. RUOLO E RESPONSABILITÀ DEL TITOLARE DI PROGETTO DOPO LA CHIUSURA DELL’OFFERTA

Successivamente alla conclusione di una determinata offerta di finanziamento cui l’Investitore ha aderito, Trusters pubblicherà, sulla base della documentazione ricevuta dai Titolari di Progetto interessati, informazioni periodiche sull’andamento del Progetto e delle attività di rimborso del finanziamento.

A tal proposito l’Investitore prende atto e accetta che Trusters non è in alcun modo responsabile dell’andamento del Progetto e della gestione dello stesso da parte del Titolare di Progetto e non può essere chiamata a rispondere delle eventuali perdite, maturate dall’Investitore, sul valore del finanziamento effettuato in favore del Titolare di Progetto.

XV. RESPONSABILITÀ DEI CONTENUTI PUBBLICATI

L’utente che accetta e sottoscrive le presenti condizioni si assume la responsabilità dei contenuti, materiali e informazioni di qualsiasi tipo da esso eventualmente pubblicati, trasmessi o diffusi o resi accessibili sulla Piattaforma ed è il solo responsabile, anche da un punto di vista patrimoniale, per i danni causati direttamente e/o indirettamente a terzi. Pertanto, l'utente che accetta e sottoscrive le presenti condizioni si impegna a manlevare e tenere indenne Trusters da ogni eventuale pretesa di terzi derivante o comunque connessa con l'utilizzo della Piattaforma.

Trusters si riserva il diritto, a suo insindacabile giudizio, in caso di violazione degli impegni qui previsti da parte dell’utente che accetta e sottoscrive le presenti condizioni, di sospendere e/o interrompere immediatamente l'accesso alla Piattaforma e/o ai propri servizi, nonché di cancellare quei contenuti ritenuti lesivi di disposizioni di legge.

XVI. RECLAMI

L’Investitore prende atto che, in conformità a quanto stabilito dall’art. 7 del Regolamento, Trusters ha adottato apposite regole per la trattazione dei reclami inoltrati da un Investitore in relazione alle offerte presentate sulla Piattaforma.

In particolare, l’Investitore può presentare reclamo scrivendo a: recesso@trusters.it

Per maggiori informazioni sulle modalità e le tempistiche di gestione dei reclami è possibile consultare la policy reclami disponibile nella homepage della Piattaforma (in basso a destra), da cui è possibile scaricare il modello da compilare per la presentazione del reclamo.

XVII. CONFLITTI DI INTERESSI

L’Investitore prende atto che, in conformità a quanto stabilito dall’art. 8 del Regolamento, Trusters ha adottato una policy sul conflitto di interessi consultabile anche nella homepage della Piattaforma (in basso a destra).

In particolare, in materia di identificazione e gestione dei conflitti d'interessi, Trusters adotta una politica basata sulla individuazione e definizione:

  • a) degli ambiti in cui, avuto riguardo all'attività posta in essere dal Fornitore, possono verificarsi situazioni di conflitto tra gli interessi dei soggetti, a vario titolo, coinvolti nell’operatività della Piattaforma;
  • b) delle fattispecie che possono configurare potenziali situazioni di conflitto;
  • c) dei presidi che in relazione agli ambiti ed alle fattispecie di cui alle lett. a) e b) possono consentire una efficace gestione dei rischi connessi alle ipotesi di conflitto;
  • d) del processo volto a garantire la concreta applicazione delle misure di identificazione e gestione dei conflitti d'interessi.

XVIII. LEGGE APPLICABILE E FORO COMPETENTE

Le presenti condizioni sono rette e disciplinate dalla legge italiana e devono essere interpretate secondo tale legge.